Scuola, approvate linee guida per gli alunni fino a 6 anni: mascherina solo per il personale

Cronaca -

Scuola, a settembre con il ritorno in presenza per i più piccoli niente mascherine, lo confermano le linee guida pubblicate oggi sul sito del ministero dell'Istruzione, mentre per tutti gli altri studenti la decisione, come ribadito dalla ministra Lucia Azzolina, dipenderà dai dati epidemiologici sulla base dei quali deciderà il ministero della Salute. E proprio per ottenere un posto nella scuola dell'infanzia e primaria sono state 76 mila le domande di partecipazione al corcorso ordinario e più di 430 mila quelle per le medie e gli istituti secondari.

Una domanda di partecipazione «molto alta» come evidenzato da Azzolina visto che «da troppo tempo i concorsi si svolgono a singhiozzo», mentre «in un Paese normale», secondo la ministra, al massimo si devono svolgere «ogni due anni». Considerando infanzia, primaria e scuole secondarie, i posti a disposizione dei candidati sono complessivamente 78 mila. L'insegnamento, per Azzolina, deve tornare ad essere «una professione attrattiva e rispettata» e per farlo indica una strada: pagare di più gli insegnanti italiani e creare «percorsi certi» per arrivare alla cattedra con l'obiettivo di avvicinare anche gli uomini all'insegnamento nella scuola primaria e dell'infanzia visto che sulle 76.757 domande, per 12.863 posti, ben il 96% dei candidati sono donne con il 41,5% tra 41 e i 50 anni e il 12,2% con più di 50 anni.

Le linee guida per i bambini

Particolare attenzione viene data al benessere delle bambine e dei bambini: ci saranno gruppi/sezioni stabili organizzati in modo da essere identificabili, con l'individuazione per ciascun gruppo del personale educatore, docente e collaboratore, con lo scopo prioritario di semplificare l'adozione delle misure di contenimento conseguenti a eventuali casi di contagio e limitarne l'impatto sull'intera comunità scolastica. L'organizzazione degli spazi prevede aree strutturate, nel rispetto delle esigenze della fascia di età, anche attraverso una diversa disposizione degli arredi, affinché si possano realizzare le esperienze quotidianamente proposte, nel rispetto del principio di non intersezione tra gruppi diversi, utilizzando materiale ludico-didattico, oggetti e giocattoli assegnati in maniera esclusiva a specifici gruppi/sezioni. In particolare, dovrà essere valorizzato l'uso degli spazi esterni e di tutti gli spazi disponibili che potranno essere «riconvertiti» per accogliere stabilmente gruppi di relazione e gioco.

 

 

Per commentare accedi con i tuoi dati, se non sei registrato puoi farlo qui.

 

 

Monopolipress.it - Testata giornalistica on line registrata al tribunale di Bari il 19-11-2012 - Nr. R.G. 2676/2012 - Num. Reg. Stampa 43
Direttore responsabile Ruggero Cristallo, Ass. culturale Talento Inedito Editore C.F. 93449380729 - Contattaci - redazione@monopolipress.it
      
Powered by ActiWeb