PRESO L'ERGASTOLANO EVASO. AVEVA PISTOLA E KALASHNIKOV

Notizie dalla Puglia -

 Fabio Perrone, l'ergastolano evaso il 6 novembre scorso, rintracciato dalla Polizia in un'abitazione a Trepuzzi, era armato della pistola sottratta a un agente della polizia penitenziaria durante la fuga e aveva un kalashnikov in una borsa. Al momento del blitz, l'uomo è stato trovato sul terrazzo da dove presumibilmente pensava di scappare.  Perrone è stato rintracciato nell'abitazione di un incensurato a Trepuzzi, suo paese di origine. L'uomo, Stefano Renna, di 32 anni è stato arrestato.Il blitz, scattato alle 5.45, ha visto impegnati 40 uomini, tra agenti della Polizia di Stato e della Polizia Penitenziaria, che hanno circondato l'edificio, bloccando qualsiasi via di fuga. La pistola di cui è stato trovato in possesso era pronta a sparare: nell'arma sono stati trovati 15 colpi più uno in canna. 

Antonio Fabio Perrone, 42 anni, di Trepuzzi, era detenuto con una condanna all'ergastolo comminata a giugno dello scorso anno per l'omicidio di un cittadino montenegrino avvenuto in un bar di Squinzano a marzo del 2014 e il tentato omicidio del figlio della vittima. Il 6 novembre scorso l'ergastolano di Trepuzzi era fuggito dall'ospedale Vito Fazzi di Lecce, dopo una sparatoria in cui aveva ferito tre persone, tra cui un agente della polizia penitenziaria, un vigilante e un visitatore. Per sparare si era impadronito della pistola di ordinanza di uno degli agenti della polizia penitenziaria, non appena gli erano state tolte le manette. Subito erano scattate le ricerche delle forze dell'ordine, con numerosi posti di controllo concentrati soprattutto nel Salento. Oggi l'epilogo della vicenda, con la cattura.

 

Per commentare accedi con i tuoi dati, se non sei registrato puoi farlo qui.

 

 

Monopolipress.it - Testata giornalistica on line registrata al tribunale di Bari il 19-11-2012 - Nr. R.G. 2676/2012 - Num. Reg. Stampa 43
Direttore responsabile Ruggero Cristallo, Ass. culturale Talento Inedito Editore C.F. 93449380729 - Contattaci - redazione@monopolipress.it
      
Powered by ActiWeb