OPERAZIONE ANTI PROSTITUZIONE A BARI. IL VIDEO DEI SEQUESTRI

Notizie dalla Puglia -

 I carabinieri hanno sequestrato, su disposizione del gip del Tribunale, 15 tra locali e immobili, sul lungomare sud di Bari, dove veniva esercitata la prostituzione. I militari hanno accertato che venivano affittati a canoni sproporzionati rispetto al mercato, anche se si tratta di strutture, in molti casi, prive delle caratteristiche minime per essere destinate ad abitazione per mancanza di acqua, luce e scarichi fognari. Il tratto interessato è quello denominato 'Di Cagno Abbrescià e 'A. Giovinè. I proprietari hanno registrato contratti regolari e li hanno concessi a singole ragazze. I militari della Compagnia di Bari Centro, coordinati dalla Procura della Repubblica, si sono avvalsi di telecamere per dimostrare lo sfruttamento subito dalle donne e la loro condizione di assoggettamento. Diversi locali sono stati usati a blocchi e occupati in base alla disponibilità del momento, a riprova di una gestione organizzata della prostituzione. I 15 proprietari indagati (gran parte dei quali ex prostitute che hanno fatto il salto di qualità) erano al corrente di quello che avveniva nelle loro abitazioni. Dovranno rispondere, a vario titolo, di diverse violazione penali previste dalla Legge Merlin del 1958, tra cui l’aver adibito le proprie abitazioni a case di prostituzione e l’aver sfruttato e favorito tale attività. 

BARI OPERAZIONE ANTIPROSTITUZIONE

 

Per commentare accedi con i tuoi dati, se non sei registrato puoi farlo qui.

 

 

Monopolipress.it - Testata giornalistica on line registrata al tribunale di Bari il 19-11-2012 - Nr. R.G. 2676/2012 - Num. Reg. Stampa 43
Direttore responsabile Ruggero Cristallo, Ass. culturale Talento Inedito Editore C.F. 93449380729 - Contattaci - redazione@monopolipress.it
      
Powered by ActiWeb