IL VERO GOSPEL AMERICANO IL 21 IN CATTEDRALE PER IL CONCERTO DI NATALE

Moda e tendenze -

Sette anni dopo la Ghironda riabbraccia Monopoli. Ed è un ritorno in grande stile per la rassegna organizzata da IdeaShow, che domenica 21 dicembre (ore 20.15, ingresso libero) presenta il gospel di Mike McCoy e del suo Voices United Gospel in un concerto molto atteso in Cattedrale, appuntamento davvero speciale reso possibile, nell’ambito dell’ottava edizione del Ghironda Winter Festival, grazie al fondamentale sostegno di uno sponsor privato, i Fratelli Lapietra, e della Regione Puglia.
McCoy e il suo ensemble arrivano direttamente da Washington DC, anticipando di pochi giorni la loro esibizione all’auditorium Parco della Musica per il Roma Gospel Festival, diventato il più grande appuntamento in Europa riservato alla musica religiosa nero-americana.
Dunque, c’è anche la Puglia, in esclusiva per il Ghironda Winter Festival, tra le mete scelte da questa straordinaria formazione per celebrare il ventennale di attività con i suoi principali componenti, tutti pastori, predicatori ed evangelisti di varie chiese dell’aera metropolitana della capitale americana. Ed è proprio da Washington che McCoy e il suo ensemble partono nel 2006 alla conquista del Gospel Heritage Praise & Worship Choir Competition, preludio alla nomina, quattro anni dopo, agli Stellar Awards, gli Oscar della musica gospel.
Genere musicale ormai consolidato anche nel Vecchio Continente, il gospel possiede una grande capacità di coinvolgimento incentrata su una forte impronta spirituale e una straordinaria carica gioiosa. E nonostante una lunga tradizione, ben radicata, questo genere continua a evolversi spaziando tra tendenze musicali diverse, dal soul al pop, dal rap allo r&b. In particolare, lo stile dello formazione di McCoy riprende i suoni della contemporaneità mantenendo, però, un forte legame con il passato in un’esplosione di gioia ed entusiasmo.
Non a caso, Mike McCoy ha avuto l'opportunità di lavorare con alcuni giganti della musica gospel, da Byron Cage a Kurt Carr, da Maurette Brown-Clark a Vickie Winans, imponendosi come uno dei principali custodi di un genere che con il disco «Continue to Continue», secondo album dell’ensemble guidato dal musicista di Washington, si riaggancia direttamente alle radici della grande esperienza musicale afro-americana.

 

Per commentare accedi con i tuoi dati, se non sei registrato puoi farlo qui.

 

 

Monopolipress.it - Testata giornalistica on line registrata al tribunale di Bari il 19-11-2012 - Nr. R.G. 2676/2012 - Num. Reg. Stampa 43
Direttore responsabile Ruggero Cristallo, Ass. culturale Talento Inedito Editore C.F. 93449380729 - Contattaci - redazione@monopolipress.it
      
Powered by ActiWeb