I CARABINIERI SEQUESTRANO 50MILIONI DI EURO AD UN PREGIUDICATO

Notizie dalla Puglia -

I carabinieri hanno eseguito una confisca di beni, del valore di 50 milioni di euro, riconducibili a Saverio Sorangelo, pluripregiudicato di 59 anni di Gravina in Puglia (Bari), ritenuto contiguo al clan mafioso 'Mangione-Gigante-Matera'. La confisca ha riguardato un albergo, un centro benessere, un ristorante, una sala ricevimenti, 13 ettari di terreno, un’impresa edile, 2 imprese di ristorazione, 8 appartamenti, 8 autovetture di grossa cilindrata, una moto Harley Davidson, e conti correnti bancari in 10 istituti di credito.

Tra gli immobili confiscati, il ristorante "Le meraviglie poetiche" di Gravina, l’albergo e sala ricevimenti "Il Guiscardo" di Venosa (Potenza) e il resort "Sgarrone" di Altamura (Bari).
Le indagini svolte dai carabinieri hanno dimostrato – secondo la magistratura – che Sorangelo aveva una disponibilità di beni assai sproporzionata rispetto al reddito dichiarato e all’attività lavorativa svolta, presupposti che hanno indotto il Tribunale a sequestrare cautelativamente i beni per poi disporne la confisca, eseguita di carabinieri del Nucleo Investigativo di Bari su richiesta della Dda.

Altamura Gravina sequestrati beni al clan mangione

Galleria fotografica: 

 

Per commentare accedi con i tuoi dati, se non sei registrato puoi farlo qui.

 

 

Monopolipress.it - Testata giornalistica on line registrata al tribunale di Bari il 19-11-2012 - Nr. R.G. 2676/2012 - Num. Reg. Stampa 43
Direttore responsabile Ruggero Cristallo, Ass. culturale Talento Inedito Editore C.F. 93449380729 - Contattaci - redazione@monopolipress.it
      
Powered by ActiWeb