CONFERENZA DI SERVIZI PER L'ISTITUZIONE DEL PARCO REGIONALE DI POLIGNANO

Cronaca -

Riceviamo e pubblichiamo da Vito Marchitelli: 

Con la presente rendo noto ai cittadini di Monopoli che è stata indetta per il 25 settembre c.m.la seconda conferenza dei servizi per l' istituzione del Parco regionale dell' area costiera di Polignano a Mare.

Il Presidente Michele Emiliano, dando seguito alla pressante richiesta, manifestata delle associazioni territoriali anche attraverso la petizione on line "salviamo la costa dei trulli", in brevissimo tempo si è attivato avviando le procedure amministrative del caso.

L' istituzione di tale  parco regionale é un importante occasione. Un occasione che il nostro territorio non deve sottovalutare e non deve perdere.

L' istituzione del parco non servirà solo  a tutelare le nostre coste delle continue speculazioni imprenditoriali, che attraverso le locali amministrazioni compiacenti, aggirando le normative vigenti, consentono ai soliti noti di continuare ad arricchirsi sfruttando un bene comune e impoverendo il nostro territorio.

L' istituzione di un parco regionale, se ben programmata, diventa un ulteriore fiore all occhiello del nostro territorio, un ulteriore attrattiva turistica.

La Puglia, e particolarmente il territorio che comprende anche la nostra città, ha in mano le carte vincenti per sviluppare un programma recettivo  internazionale in grado di assicurare 12 mesi di  lavoro a tutto l' indotto turistico di Monopoli e dei comuni limitrofi. Quindi rivolgo un appello soprattutto ai professionisti del settore. Torno a sottolineare la parola professionisti, che a differenza dei gestori improvvisati, conoscono le esigenze e le preferenze dei turisti internazionali. Chi paga per visitare la nostra terra, non spreca denaro per vedere coste cementificare e scogliere trasformate in strutture recettive. Chi visita la nostra terra vuole toccare con mano la nostra storia, il nostro paesaggio, la nostra tradizione culinaria, musicale. Una struttura recettiva sulla costa o un lido attrezzato garantiscono poche posizioni lavorative e per un breve periodo, spesso sotto i limiti necessari per accedere agli ammortizzatori destinati ai lavoratori stagionali. Un parco regionale, invece, genererebbe un ulteriore attrattiva internazionale, dove poter tornare a raccontare la storia, le tradizioni, la bellezza di quella che un tempo fu Paucetia. Il modello turistico oggi proposto rischia di implodere, trascinando nel baratro tutti i piccoli operatori del settore che hanno investito i loro pochi capitali, e rischiano di subire quella che, a livello internazionale, vienechiama speculazione programmata. Vi faccio un esempio banale...

Prendete un area del territorio di potenziale interesse turistico, dove professionisti del settore, individuate le potenzialità, hanno già iniziato a sviluppare un contesto di servizi e punti di interesse. Calzante sarebbe citare operatori come BellavistaSuite, premiato caffè Venezia, Sottocoperta, Mameli, ex wunderbar, come una volta" ex patio.

E' noto a tutti che, prima del disegno politico della giunta romani, mirato allo sviluppo commerciale della città antica di Monopoli, il punto di attrazione per eccellenza che sviluppava un indotto non indifferente era localizzato in zona Capitolo, lo sciale. Se chiedete ai duemila delle domeniche di Sabbiadoro, dei giovedì delle macchie, ecc, non sapranno neanche di cosa parliamo. Quindi, riepilogando il quadro della situazione i dati ci dicono: 2008-2009: Monopoli in inverno, durante il fine settima diventa punto di ritrovo serale esclusivamente per 'l utenza del bacino comprensivo dei comuni nel raggio di alcune decine di chilometri.

Venerdì sabato e domenica locali storici come il vinarius di Maurizio Carolillo, il Trappeto, quello che una volta era il tribu', In quegli anni offrivano passeggio e indotto nei mesi invernali, garantendo anche un discreto numero di posti di lavoro. Da giugno e metà agosto la stessa utenza si sposta nella zona sud della città a tutti nota come capitolo, che, forte dei numerosi residence, alberghi e villaggi, garantiva accoglienza turistica e lavoro per migliaia di persone. Nel 2010 la visione politica della giunta romani, dove un lungimirante Giuseppe Campanelli propone di sviluppare un polo di interesse turistico nel centro antico della città di Monopoli si dimostra vincente.

Cavalcando l' onda della programmazione regionale, monopoli in pochi anni si trasforma. Il carisma è l impegno dell' assessore Campanelli convince i piccoli imprenditori della ristorazione e dell'accoglienza turistica ad investire aprendo nuove attività nel centro storico.

La Puglia cresce, Monopoli decolla e supera in breve tempo anche comuni come Polignano e Ostuni, che negli anni precedenti avevano già iniziato un percorso simile.
Ma se da un lato Monopoli diventava un punto d attrazione internazionale, la zona del Capitolo si avvia verso un lento declino, che in poco tempo porterà al deprezzamento dei terreni e delle attività esistenti. Fatta questa lunghissima premessa, cari concittadini, vi invito a riflette.

Non credo possibile che un ragazzo cresciuto nell amministrazione della città, prima consigliere, poi assessore, oggi sindaco, non sia preparato a gestire le normali attività amministrative di un comune, come rifiuti, spiagge, fogna ecc. Lo hai fatto per quindici anni, non credo che sei stato colpito da un amnesia tutto ad un tratto.

In un universo parallelo magari, nelle stesse condizioni, qualcuno con ingenti risorse finanziarie, ha attuato una svalutazione programmata della città, così da poter comprare a metà prezzo quello che è costato i sacrifici di un intera popolazione e della sua storia.
In quell universo parallelo quella persona porterebbe alla congestione le fogne e saturerebbe la capacità del depuratore, in maniera tale da richiederne uno nuovo in una zona distante e aumentare il valore di mercato di un aree di suo interesse. Ma gli universi paralleli non esistono... O forse si? 

 

Per commentare accedi con i tuoi dati, se non sei registrato puoi farlo qui.

 

 

Monopolipress.it - Testata giornalistica on line registrata al tribunale di Bari il 19-11-2012 - Nr. R.G. 2676/2012 - Num. Reg. Stampa 43
Direttore responsabile Ruggero Cristallo, Ass. culturale Talento Inedito Editore C.F. 93449380729 - Contattaci - redazione@monopolipress.it
      
Powered by ActiWeb