6 MORTI A FASANO, CONDANNATO L'AUTISTA DEL BUS

Notizie dalla Puglia -

La Corte d’Appello di Lecce ha confermato la condanna a 2 anni e 8 mesi per Antonio Sasso, 47 anni, di Mottola (Taranto), il conducente del pullman che il 3 luglio del 2008 si scontrò con un tir lungo la strada statale 172 dei trulli, nei pressi di Fasano (Brindisi).

Nell’incidente morirono sei persone: il conducente dell’autoarticolato e cinque anziani che viaggiavano a bordo del bus e che rientravano ad Alberobello (Bari) dopo una giornata trascorsa alle Terme di Torre Canne. Più di 40 persone rimasero ferite.

L'unico imputato, per omicidio colposo plurimo, riconosciuto colpevole in primo e secondo grado, era Sasso, difeso dall’avvocato Giancarlo Camassa, dipendente di una ditta di Noci. Le parti civili sono state tutte risarcite.

L’autobus tornava ad Alberobello dopo una giornata trascorsa alle terme di Torre Canne. Era uno dei due pullman organizzati dal Centro di aggregazione per la terza età del paese dei trulli che - con la collaborazione del Comune - porta spesso in giro gli anziani per le cure termali o viaggi di piacere

 

Per commentare accedi con i tuoi dati, se non sei registrato puoi farlo qui.

 

 

Monopolipress.it - Testata giornalistica on line registrata al tribunale di Bari il 19-11-2012 - Nr. R.G. 2676/2012 - Num. Reg. Stampa 43
Direttore responsabile Ruggero Cristallo, Ass. culturale Talento Inedito Editore C.F. 93449380729 - Contattaci - redazione@monopolipress.it
      
Powered by ActiWeb